lunedì 4 febbraio 2013

Ci ho provato, ma...

Io ci ho provato.
davvero.
ci ho provato a darmi serenità.
Ho riletto almeno cinque vv il post precedente.
Ma insomma...
non sta funzionando molto

Credo tutto stia nel fatto che non riesco a ritagliarmi un 'posto' mio in questa nuova quotidianità.
Non faccio niente solo per me.
Sicuramente non mi prendo cura di me. Siamo ancora nella fase in cui uscire con i capelli lavati è un successone.
Se mi incontraste quando vado a prendere Nanetta all'asilo chiamereste la Polizia fescion. Sono improponibile, e il bello è che mando mia figlia nell'asilo della City Creme!
Strano che non mi abbiano ancora arrestata :D

Mi sento un po' così, un po' assediata dalla routine. Mi nevrotizzo per le solite cose, divido poco volentieri gli spazi di casa, penso sempre a pulire.
mi rendo conto che i giorni passano e io sicuramente non me li sto godendo per nulla. Passano uno uguale all'altro, scanditi dalle pulizie, dalle malattie, da poco altro.
Sarà che mia mamma non sta bene
Sarà che con S è stato un we pesante in cui mi sembrava di sostenere un lunghissimo esame che ho ovviamente fallito senza speranza
mi è sembrato di stare tutto il we con i riflettori puntati sulla testa, perennemente giudicata sul perchè mangio dolci (cosa ti manca?), sul perchè mi 'lamento' dicendo che per me ogni giorno è uguale all'altro e non riesco proprio a staccare mai dalla routine perchè è come se fossi perennemente sul posto di lavoro! e poi ha avuto anche da ridire su come mi comporto con le bambine.
Questa è stata la cosa che più di tutte mi ha fatto cadere la catena inesorabilmente.

Ora.
Lungi da me pensare di essere una Mamma Perfetta, ammesso che esistano. Sono consapevole di essere un solenne impiastro.
Ma
quanto è più fico fare il papà due gg a settimana e due ore la sera, rispetto a cuccarsi le due bimbe, una 24 ore al giorno e l'altra tutto il pomeriggio-sera-notte?
Quanto si riduce la possibilità di dover fare il poliziotto cattivo, quanto si riducono le volte che subisci un capriccio dopo l'altro, quanto si riducono le volte che fai pipì con il pubblico tuttoesaurito?

Ai pasti non c'è mai, e Cicciottina è una croce.
Per la nanna vogliono solo me. Ciccio in primis.
Sono felice di essere indispensabile, sono felice di essere la prima scelta in tutto, e non sono convinta di essermi meritata la posizione.
ma ad essere sempre in prima linea oltre al fatto che le bambine mi scarnificano, c'è anche da dire che le preoccupazioni, i campanellini d'allarme, anche quelli sono sempre miei.
L'oggetto della discussione di stamattina è che mi preoccupo di Cicciottina che non parla. Dice al massimo dieci parole, quando vuole lei, a due anni suonati. Nanetta alla sua età parlava già benone con frasi etc. Ciccio è  lontana anni luce.
Io non sono per i confronti, se qualcuno mi giurasse che è tutto ok non me ne fregherebbe nulla che non parla. Ma non ho la certezza che sia tutto ok e mi sono stufata di fare come S che dice 'massì vedrai che quando ha voglia parla'
comoda così!
intanto non è lui 24h su 24 con una Ciccio incomprensibile che mugugna, muggisce e ulula se non capisci quello che vuole in 5 secondi...
è frustrante.
mi sembra che nessuno lo capisca. sgrunt.

7 commenti:

  1. Ehy pasticciona. Eri tornata con un bel post propositivo e poi mi sei caduta già sul secondo. Non si fa.
    Hai bisogno di spazi tuoi, solo tuoi, tempo per te per fare quel che ti pare per emergere come persona.
    Per la mia bella nipotina non credo ci siano problemi penso sia solo una questione di tempo ma se non sei convinta fai bene ad approfondire. Infine sappi che andare all'asilo spettinate è molto di moda.

    RispondiElimina
  2. Mamma Disorganizzata6 febbraio 2013 11:59

    No no, così non va... >_< Fai un bel respiro profondo e prova a non focalizzarti solo sulle cose negative che altrimenti non ne esci più!
    Per esperienza ti dico:
    1) potremmo fare una gara tra noi su chi è più spettinata quando porta i bimbi all'asilo... se vado a lavoro, sono un pochino messa meglio con un filo di trucco, pettinata il giusto, anche un pò di tacco che non guasta... quando invece per vari motivi sono a casa, esco al volo senza trucco, capelli sistemati alla meglio con un pò di schiuma che fa molto look spettinato fatto appositamente ma invece si vede che sono spettinati davvero, i primi jeans che mi capitano e scarpe da ginnastica... mi aspetto che un giorno o l'altro mi chiedano la carta d'identità della serie "ma lei chi è?" per poter riprendere i miei bimbi... anche da me ci sono le super mamme d'elite con pantaloni di Cavalli con gli strass, stivali tacco 12 e truccate/pettinate che sembrano uscite dall'estetista alle 8 di mattina... ma me ne infischio!
    2) anche io sono un disastro totale in casa, specialmente come casalinga... almeno ho la scusante che lavoro, ma casa mia è un caos con disordine ovunque e non riesco a uscirne fuori, tempo che sistemo qualcosa e devo ricominciare daccapo... T_T è un tunnel dove non vedo uscita...
    3) è vero che è bello sentirsi indispensabili per i propri bimbi, ma è altrettanto necessario riuscire a respirare ogni tanto, altrimenti si affoga... ti capisco perchè quando sono finalmente qualche giorno a casa già pregusto le cose che mi piacerebbe fare e che non ho mai tempo di fare, e mi innervosisco da morire quando la sera invece non sono riuscita a far niente di ciò, occupata invece a far fronte ai mille imprevisti che proprio tutti insieme capitano >_< uffa, le ferie sono fatte per riposarsi e rilassarsi, non per correre più degli altri giorni!
    4) una cosa che proprio ti fa venire l'ulcera allo stomaco (e lo so bene!) è che chi dovrebbe capirti e aiutarti, invece non lo fa, anzi ti sminuisce e quindi ti demoralizza. E' vero che ci sono anche momenti belli e tranquilli, ma quando arrivano questi momenti no, non lo sopporto...
    5) la cosa più importante: non preoccuparti se la tua piccola ancora parla poco... ogni bimbo è diverso di carattere e diverso nei tempi di crescita. Mai fare confronti, in nessunissimo caso. I miei due bellissimi bimbi sono completamente l'opposto: ad esempio mentre il primo è stato super veloce in tutto e a 14 mesi camminava, a 2 anni ha lasciato da solo il ciuccio, a 3 anni parlava benissimo e conosceva anche molte parole in inglese, adesso a 5 già legge qualche semplice parola e ricopia le scritte che trova in giro (mi fa quasi paura!), invece il mio secondo ha cominciato a gattonare solamente a 12 mesi, camminare senza aiuto a 20 mesi (a più di un anno e mezzo!!) e fino a 3 anni parlava pochissimo, ma adesso che ne ha 4 non sta zitto un secondo ed ha anche un bel caratterino! Uff... Mio marito che si preoccupava "ma non parla, ha già due/tre anni" adesso dice "meglio prima!"
    Io non mi sono mai preoccupata seriamente, ero coscente che il piccolo era, come dire, un pò "in ritardo" sulla tabella di marcia in tutte le sue fasi di crescita e quindi avevo ancora tempo prima di preoccuparmi davvero...
    Bisogna avere pazienza nell'aspettare, pazienza con i bimbi quando si arrabbiano perchè non si capisce quello che dicono, e molto sangue freddo per sopportare tutto il resto!
    Ma hai mai provato a parlare della piccola con il tuo pediatra?

    Ops... mi sto rendendo conto che forse (anzi sicuramente) ho scritto un pò troppo...
    Quando vuoi, se vuoi, scrivimi pure, la mia mail ce l'hai...

    Un bacione. ^_^
    Mamma Disorganizzata

    RispondiElimina
  3. Tesoro sono nella tua stessa situazione.e sono tornata a lavorare e fidati non è stata una genialata.ho tutto sulle spalle ...andare al lavoro è diventata una perdita di tempo..tolgo tempo a noi tre,a me in primis che non ho tempo di fare neppure una doccia ...ti voglio bene tesoro,Jessica

    RispondiElimina
  4. Mi dispiace che ti senta così, poi la sfiga rallenta ma è meglio abituarsi, quando Ciccio avrà 16 anni ci saranno altre cose che ti inquieteranno, diversissime, ma ci saranno sempre. Perchè è tua figlia.
    Lo sto vivendo adesso, perciò lo so.
    Comunque sul linguaggio tranquilla: è normale :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se me lo dici tu, che stai vivendo dall'altra parte del muro, mi fido :) grazie!

      Elimina
  5. ti stringo forte, per quel che può contare..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e invece conta. La solidarietà mi fa bene al cuore. Grazie!

      Elimina

Qualunque cosa abbiate da dire, scrivetela qui!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...